I golden degli ulivi


Vai ai contenuti

Ringraziamenti

Sono tante le persone che ho incontrato in questa recente ma intensa esperienza con i cani e, nel mio caso, con il Golden Retriever. Tutte mi hanno dato qualcosa, anzi, molto. Persone sensibili che, in quanto tali, non me ne vorranno se non le nomino singolarmente per esprimere il mio ringraziamento e la mia stima nei loro confronti.
Non posso fare a meno di ringraziare la mia famiglia che mi ha sostenuto in questa passione, rinunciando magari a una casa senza tracce di zampate di terra, a un po’ di tempo tolto a loro per darlo ai cani e a qualche soldo in più che è stato tolto a pizza e birra ( e non solo) per darlo ai nostri amici quadrupedi.
Un grazie particolare ad Alessandra Liparoti alla quale sarò sempre riconoscente per avermi permesso di “strapparle quasi dalle mani” quello splendido peperino di Trilly. Grazie per la tua sincerità; la tua generosità e la tua tenacia coinvolgente che ti permette di superare mille difficoltà. Ogni mio piccolo successo con Moonlight Shadow sarà sempre anche merito tuo.
Ci sono però due persone speciali che hanno segnato il mio percorso, che mi hanno indicato il sentiero:
Dico grazie a Donatella De Lucia, www.goldenmood.com, per aver creduto in me dandomi il privilegio di essere il fortunato amico del suo Baby blu, The tender trap, alias Levante; per avermi supportato, oltre che sopportato, con la sua disponibilità sincera e costante, con i suoi consigli e la sua straordinaria competenza; per avermi omaggiato della sua ospitalità e della sua amicizia. Grazie Donatella, spero di poterti ripagare con l’amore comune che abbiamo per i Golden.
Dico grazie a Claudio Minoli, www.psycodogs.it, per avermi insegnato con passione e pazienza a comunicare con i cani, senza bisogno di alzare la voce o di dare strattoni, facendo in modo di insegnarmi il loro linguaggio. Spero di essere stato un buon allievo o almeno un corretto frequentatore del tuo centro cinofilo e un buon custode dei tuoi preziosi e impareggiabili consigli. Di sicuro sento di essere diventato un po’ cane anch’io e sono certo che a te, Claudio, questo farà piacere.
Un grazie anche a Maisha, il mio primo Golden. La sua è una storia particolare che ne ha segnato il futuro di possibile mamma. Maisha è stata sterilizzata e non è in riproduzione. Grazie Maisha perchè senza di te tutto questo non sarebbe stato possibile. Sei stata e sarai sempre il mio faro, nella buona e nella cattiva sorte. Grazie per aver avuto pazienza come una vera mamma con quei due mostriciattoli di Levante e Trilly che, in tempi differenti, ti si appendevano alle orecchie. Li hai cresciuti entrambi e ti perdono se gli hai insegnato qualche atteggiamento non propriamente inglese. Non è colpa tua ma di chi ti ha selezionata ed io ti voglio bene così come sei.





Torna ai contenuti | Torna al menu